Decisioni in relazione al Messaggio sulla cultura

Decisioni del Consiglio nazionale in relazione al Messaggio sulla cultura
Le decisioni del Consiglio nazionale in relazione al Messaggio sulla cultura sono molto deludenti. Se è vero che la Camera popolare ha accettato l’aumento del budget per il settore cinema che il Consiglio degli Stati aveva accettato sul filo del rasoio, è altrettanto vero che altri temi ritenuti fondamentali dalla cerchia culturale (l’attivazione di un aiuto editoriale pari a 3 milioni di franchi e l’aumento del budget di Pro Helvetia pari a 2 milioni di franchi all’anno) sono stati rifiutati.Ora questi due punti rischiano di essere archiviati per un periodo di almeno quattro anni.Al momento dell’adozione della legge sull’incoraggiamento della cultura avvenuta quasi due anni fa, le Camere federali, contro l’avviso del Consiglio federale, hanno attribuito alla Confederazione numerose missioni supplementari nell’ambito della promozione culturale. Al momento di concretizzare per lo meno una parte di questo impegno aumentando le spese culturali federali di 5 milioni di franchi all’anno, la maggioranza del Consiglio nazionale mostra la sua incoerenza e rifiuta gli aumenti di budget.Gli operatori culturali e il loro pubblico sono invitati a giudicare il comportamento delle candidate e dei candidati al momento delle imminenti elezioni per la Camere federali.


La presa di posizione di Suisseculture e la lista dei voti nominali sui tre soggetti importanti per il Messaggio sulla cultura possono essere consultati alla pagina:
www.suisseculture.ch/fr/actualites/details/artikel/2011/sep/stellungnahme-zu-den-beschluessen-des-nationalrates.html